Torre Portaia - Rocca Lugo
 Si tratta dell’ambiente interno alla torre portaia, arricchita da elaborati merli ed archetti trilobati, che affianca il tozzo mastio quadrato.
L’intera superficie muraria delle pareti, costituita da laterizi “a vista” si presentava in cattivo stato di conservazione. Tra le cause di degrado fisico-chimico oltre al naturale e progressivo deterioramento dei materiali, si segnalano le continue manomissioni subite nel corso del tempo ad opera dell’uomo, associate all’azione dell’inquinamento atmosferico.  L’alterazione in particolare risultava evidente sia a livello superficiale, che a livello più profondo, con alterazioni chimico-fisiche.
Preliminarmente ad un accurato controllo delle superfici, per i necessari preconsolidamenti eseguiti con silicato di etile, è stata eseguita una generale pulitura del paramento murario tramite idrolavaggio, utilizzando acqua a temperatura ambiente, a bassa pressione.
Nelle porzioni in cui i depositi superficiali si mostravano particolarmente corposi e/o sedimentati, si è agito con una blanda pulitura chimica effettuata tramite impacco di sali d’ammonio. La durata degli impacchi è stata di volta in volta valutata in riferimento alla corposità e tenacità dello strato da rimuovere.
Successivamente sono state rimosse le stuccature eseguite tramite materiale improprio, ha seguito la fase di stuccatura, realizzata previa esecuzione di campionature, riproponendo granulometria, tipo, colore delle malte originali. Successiva accurata pulizia e spazzolatura.
Infine sono state risarcite delle piccole e medie mancanze di materiale laterizio.