Porta Serrata - Ravenna
La struttura portante della porta è interamente realizzata in laterizio.
La decorazione lapidea maggiormente rappresentativa si trova sul fronte esterno Nord, ed è identificabile in lapidi, iscrizioni, elementi modanati come semplici capitelli, colonne, cornici e cornicioni; sul fronte esterno Sud, sulla chiave d’arco, è presente uno stemma con soprastante incisione. Sul resto della struttura sono presenti inserti lapidei senza motivi decorativi, applicati come semplici conci e forme per cornici. Vari elementi metallici (tiranti e capochiave) sono distribuiti sulla superficie e indicano la presenza di precedenti interventi di rinforzo strutturale, eseguiti presumibilmente per far fronte alle precarie condizione statiche. 
L’interno della struttura risulta essere parzialmente intonacata.
Fasi di intervento:
-                     pulitura da vegetazione superiore e patina biologica, pulitura chimica ad impacco e micro sabbiatura di precisione:
-                     eliminazione di perni, grappe, staffe, chiodi, e in generale di tutti gli elementi incongrui,
-                     rimozione meccanica di stuccature cementizie e toppe incongrue, incompatibili per materialità e conformazione, con la natura dei materiali originali;
-                     consolidamento con silicato di etile, tramite applicazione fino a rifiuto, sulla superficie perfettamente asciutta e in condizioni climatiche idonee;
-                     stuccature eseguite con malte specializzate consolidanti per la sigillatura;
-                     reintegro di stuccature rimosse e di aree lacunose di modeste dimensioni, di lesioni, crepe, fessurazioni, delle mancanze e di tutte le discontinuità presenti, mediante un impasto a base di inerti minerali selezionati e calce Lafarge;
-                     miglioramento estetico delle discordanze cromatiche;
-                     applicazione superficiale di protettivo.
Ad integrazione del ns. intervento effettuato sulle parti di pregio, sono stati eseguiti lavori edili consistenti in:
-                     revisione generale del manto di copertura e della struttura portante;
-                     intervento strutturale tramite inserimento barre d’acciaio;
-                     sostituzione dei mattoni disgregati effettuata puntualmente, con mattoni analoghi per colore, forme e dimensioni,  compreso il  ripristino dei giunti mancanti e il cuci – scuci delle lesioni; in tale ambito si è provveduto anche a tamponare le buche pontaie ancora aperte, lasciando comunque i mattoni in leggero sottosquadro e realizzando le stilature dei giunti con una malta lievemente più scura;
-                     sostituzione delle lattonerie ormai degradate con elementi in rame analoghi agli esistenti;
-                     messa in opera di un impianto di allontanamento dei volatili.